i INFORMATIVA

Questo sito utilizza cookie, anche di terze parti, per inviarti pubblicità e servizi in linea con le tue preferenze.
Se vuoi saperne di più o negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie clicca qui.
Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento acconsenti all’uso dei cookie.

X

My carAffinity:

Login | Registrati

Guida autonoma: sogni o futuro della mobilità?

Sempre più oggetto di interesse la guida autonoma sta compiendo grandi passi avanti

Voto medio:
Voto 3,7/5 basato su 3 voti
  • Guida autonoma: sogni o futuro della mobilità?
  • Guida autonoma: sogni o futuro della mobilità?
  • Guida autonoma: sogni o futuro della mobilità?
  • Guida autonoma: sogni o futuro della mobilità?
  • Guida autonoma: sogni o futuro della mobilità?
  • Guida autonoma: sogni o futuro della mobilità?
  • Guida autonoma: sogni o futuro della mobilità?
  • Guida autonoma: sogni o futuro della mobilità?

Non una semplice miglioria tecnologica ma un vero e proprio modo nuovo di interpretare la mobilità, salendo su un mezzo e non dovendo muovere un solo muscolo, così da potersi godere il viaggio in tutta comodità. Questo è il vero significato della guida autonoma, un trend sempre più emergente nel mondo dell’automotive, dimostratosi costantemente al centro di progetti da parte di molte Case automobilistiche e non, attive nell'investire risorse e sforzi per tramutare quello che fino a pochi anni fa sembrava solo un sogno.

Proprio tra queste numerose aziende ipegnate nella ricerca sulla guida autonoma troviamo il colosso Google, che da qualche tempo sta sviluppando e migliorando la propria Google Car, un vero e proprio taxi automatico che si differenzia dalle auto comuni sotto molti aspetti. Dalle appendici sparse sulla carrozzeria fino al tettuccio, dove trova collocazione il lidar: un sistema di 60 laser che esegue ben mille rotazioni al minuto per tenere sotto costante controllo gli ostacoli sul tragitto, riproducendo poi su una mappa tridimensionale ciò che circonda l’auto in un raggio di oltre sei metri. Anche lo specchietto retrovisore interno presenta una videocamere per rilevare ulteriori ostacoli o segnali stradali mentre il GPS e dei radar anteriori e posteriori misurano le distanze. Tutto questo permette di muovere il veicolo senza che il guidatore muova un dito, arrivando ad una velocità che sfiora i 40 km/h. Certo non una prestazione da supercar ma comunque un dato destinato a migliorare nel tempo.

Naturalmente non solo Google è alla ricerca della soluzione migliore per la guida autonoma ed anche altri protagonisti dell’automotive, come BMW, Volvo, Volkswagen, Audi e Toyota, hanno da tempo cominciato una progressiva automatizzazione del veicolo. In particolare Ford sta portando avanti ben due progetti di ricerca su tale ambito: uno per la guida autonoma e l’altro orientato alla studio della mobilità alternativa, con due iniziative che avvierà in Europa nell’ambito dello Smart Mobility Plan, il maxi piano di sperimentazioni sull’innovazione lanciato dall’Ovale blu al Consumer Electronic Show di Las Vegas (CES). Parliamo poi dei progetti di Volvo, la quale tenterà nei prossimi anni di introdurre sulle proprie vetture un'assistente che sostituirà il guidatore durante gli stop and go del traffico, oppure del sistema di BMW che permette alla vettura di raggiungere da sola la corsia di emergenza e chiamare i soccorsi in caso di problemi o ancora del sistema sviluppato da Nissan, che permetterà di tenere l’auto nella corsia di marcia senza bisogno di correzioni da parte del guidatore. Molti quindi i temi introdotti all’ultimo CES, dimostrandoci come la guida autonoma non sia più un solo tema d’avanguardia ma una vera e propria possibilità di un futuro sempre più alle porte.

Sulla tema anche Audi è riuscita fare la voce grossa visto che recentemente, in occasione dell’ultimo appuntamento stagionale del campionato DTM, ha fatto percorrere addirittura un giro veloce in solitaria alla sua berlina RS7 Sportback. La sfida, ovviamente raggiunta a pieni voti, è stata quella di far percorrere alla vettura un giro alla massima velocità e con una precisione quanto mai millimetrica, grazie al supporto delle tecnologie di bordo che hanno sostituito in tutto e per tutto un pilota professionista, facendo toccare alla RS7 ben 270 km/h. Che sia su circuiti cittadini o dallo stampo più sportivo, numerose sono le Case che nel corso del tempo sono riuscite a dimostrare le loro capacità sul piano di tecnologia e innovazione, due mondi che ora più che mai nell’automotive viagginao in direzioni parallele. Certo nessun computer potrà mai sostituire il piacere di un viaggio in completo relax o l'ebrezza di una guida al massimo delle prestazioni ma è certo che la guida autonoma rappresenterà gran parte del nostro futuro in termini di mobilità.

Pubblicato il: Ultima modifica: 20/05/2015 15:45:22 logo caraffinity.it Magazine: carAffinity
Tocca le stelle e vota l'articolo:
Magazine: gli articoli più letti
  • RIPARTI CON FIAT! PROMOZIONI E SCONTI FINO AL 28% SUL NUOVO

    RIPARTI CON FIAT! PROMOZIONI E SCONTI FINO AL 28% SUL NUOVO

    Scopri le ultime occasioni di Fiat in collaborazione con carAffinity

    Alessandro 05/01/2017 17:41:40

  • Audi A3 vs BMW Serie 1 vs Mercedes Classe A vs Volkswagen Golf

    Audi A3 vs BMW Serie 1 vs Mercedes Classe A vs Volkswagen Golf

    Il confronto tra quattro classiche vetture protagoniste sulle nostre strade

    Fabrizio 21/07/2015 09:56:55

  • Jeep Wrangler o Land Rover Defender?

    Jeep Wrangler o Land Rover Defender?

    Il confronto tra le classiche 4x4 Jeep Wrangler e Land Rover Defender

    Riccardo 08/04/2014 17:10:16

Accedi a carAffinity con

Solo su carAffinity
la benzina per te è gratis!
Ogni 3 amici invitati = 1 litro di benzina
SCOPRI COME
Tutti i servizi sono gratuiti
Registrati anche tu
su carAffinity, la prima
community automotive
Mantieniti aggiornato sul Mondo Auto.
Trova e vendi in pochi click!
Cosa pensano di noi?
  • “Davvero gran bel sito, facile e veloce!” Luca da Padova
  • “Ho venduto la mia auto su carAffinity, servizio davvero soddisfacente.” Matteo da Roma
  • “Ho provato a mettere in vendita la mia auto e in pochi giorni sono stato subito contattato.” Giacomo da Bari