Aston Martin DB9 erede della db7

Aston Martin DB9 : L’erede della DB7 con 12 cilindri

Voto medio:
Voto 5/5 basato su 1 voti

Nel 2004 L’Aston martin, sulle orme della costosissima Vanquish, presentò un auto che doveva sostituire l’ormai datata DB7. L’auto, denominata DB9, riprendeva le linee dell’ Aston martin Vanquish, e anche l’architettura del motore, un V12 più addomesticato rispetto alla Vanquish con una 40 di cavalli in meno. Guardandola non si può non rimanere affascinati dalla  sua linea armoniosa,  elegante e sportiva allo stesso momento. Il motore da 6 litri è in grado di spingere questa Bond car a 306 Km/h con uno 0-100 Km/h in 4.8 secondi con un sound coinvolgente anche se abbastanza silenzioso. Del resto, un auto del genere si presta più ad una serata a Portofino che ad una giornata in pista.

Per coloro che sono amanti dell’aria nei capelli esiste la versione Volante (cabrio). Per quanto riguarda il cambio, esiste un manuale oppure touchtonic con le leve al volante. Quest’ultimo non spicca per la sua sportività in quanto abbastanza “soft”. Fortunatamente, grazie allo Sport Pack, e all’ultimo aggiornamento dall’estate 2010 l’auto sfrutta meglio le sue doti da sportiva. Il prezzo parte da circa 168.000 €, quasi quanto una Ferrari 458 italia. Se siete amanti della pista e dell’estrema sportività forse è meglio puntare sull’italiana, ma se volete distinguervi con classe in una serata di gala, l’Aston è ciò che fa per voi.

Guida all'acquisto

 

 

Impressioni di guida

Entrati nell’abitacolo non si può non notare la cura meticolosa e l’armonia dell’interno, funzionale e allo stesso momento elegante. Sicuramente un passo avanti enorme rispetto all’interno estremamente “British” della DB7. Spingete il pulsante Start e godetevi le note scandite dal 12 cilindri. Non avrete l’emozione di una Murcielago o di una Fiorano, però il suono scalderà i vostri cuori. La versione in prova è dotata del cambio touchtronic. Inseriamo la prima marcia e dirigiamoci verso la prima serie di curve.

Grazie all’ultimo aggiornamento l’auto è dotata delle nuove sospensioni regolabili ADS n(Adaptive, Damping, System) le quali, grazie ad un pulsante magico sulla consolle, cambiano la loro rigidezza e quindi l’auto  passa da un comportamento “tranquillo”, ad uno più “sportiveggiante”. L’entrata in curva è decisa e la tenuta di strada sempre perfetta. Il motore da 476 cv spinge con regolarità fino dai bassi regimi con una coppia molto vigorosa e un tiro regolare.

Pubblicato il: Ultima modifica: 22/07/2015 13:07:14 logo caraffinity.it Magazine: carAffinity
Tocca le stelle e vota l'articolo:

Magazine: gli articoli più letti
  •  MIGLIORI AUTO CON CAMBIO AUTOMATICO: DALLE CITY CAR ALLE UTILITARIE

    MIGLIORI AUTO CON CAMBIO AUTOMATICO: DALLE CITY CAR ALLE UTILITARIE

    I migliori modelli e quelli più economici

    Cristina 10/04/2018 09:58:55

  • NUOVA FORD FOCUS: ARRIVA LA QUARTA GENERAZIONE

    NUOVA FORD FOCUS: ARRIVA LA QUARTA GENERAZIONE

    Dal design alle motorizzazioni, tutte le novità

    Alessandro 13/06/2018 12:12:18

  • NUOVA TOYOTA AYGO: TERZA GENERAZIONE IN ARRIVO

    NUOVA TOYOTA AYGO: TERZA GENERAZIONE IN ARRIVO

    Restyling di metà carriera per la citycar giapponese

    Cristina 08/06/2018 10:23:29

Valutazione online della tua auto
Gratuita e senza impegno.
Cosa pensano di noi?
  • “Davvero gran bel sito, facile e veloce!” Luca da Padova
  • “Ho venduto la mia auto su carAffinity, servizio davvero soddisfacente.” Matteo da Roma
  • “Ho provato a mettere in vendita la mia auto e in pochi giorni sono stato subito contattato.” Giacomo da Bari

Scarica
la nuova App:

Le migliori offerte della Community in anteprima!