i INFORMATIVA

Questo sito utilizza cookie, anche di terze parti, per inviarti pubblicità e servizi in linea con le tue preferenze.
Se vuoi saperne di più o negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie clicca qui.
Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento acconsenti all’uso dei cookie.

X

LA MCLAREN TRIONFA ALLA 12 ORE DI BATHURST

Il Tekno Autosports porta al successo la McLaren 650 S GT3 alla 12 Ore di Bathurst 2016

Voto medio:
Voto 4/5 basato su 2 voti

L'edizione 2016 della 12 Ore di Bathurst si è conclusa con una vittoria a favore della McLaren 650 S GT3 del Tekno Autosports con i piloti: Alvaro Parente, Shane Van Gisbergen e Jonathon Webb. Primo trionfo della McLaren nella gara australiana, istituita nel 1991.

La partenza è avvenuta domenica 7 febbraio alle ore 05:45 locali (in Italia erano le 19:45 di sabato 6 febbraio), con l'alba imminente, pronta ad illuminare il tracciato e la Pole Position è stata conquistata dalla McLaren 650 S GT3 #59 del Tekno Autosports, con un tempo di 2:01.286.

Fin dallo scattare del via, la McLaren #59 è riuscita a tenere il comando della gara, resistendo ad una tenace e battagliera Audi #75 guidata dall'italiano Marco Mapelli. Ricordiamo inoltre lo spettacolare testacoda da parte della Ferrari #88 del team Maranello Motorsport, causato da un contatto con una delle Lamborghini Gallardo presenti in pista: entrambe le vetture, in seguito a questo contatto, sono state costrette a recarsi ai box per le obbligate riparazioni. Da lì a pochissimo è diventato necessario l'intervento della Safety Car.

Nel frattempo l'Audi #75 è stata costretta a guardarsi le spalle per l’arrivo della Mercedes #63. È stata proprio quest'ultima che ha strappato la seconda posizione, andando poi alla ricerca della McLaren #59 leader, che intanto era riuscita a guadagnare un ampio margine di vantaggio, sfruttando il duello delle due vetture tedesche. Dopo due ore combattute di gara, è stata costretta a entrare in pista la Safety Car a causa di un ulteriore contatto: a causa della collisione avvenuta tra loro, la McLaren #11 e l'Audi #75 hanno anticipatamente compromesso l'esito finale della loro gara.

Contemporaneamente, se in un primo momento era riuscita a prendersi la seconda posizione,  la Nissan #1, al momento della ripartenza dopo il rientro della SC, è finita per imbottigliarsi nel traffico, probabilmente causato da vetture meno potenti e più pesanti come la Ford Focus V8, Mazda 3. Contro la Nissan abbiamo visto duellare le due Bentley, per contendersi la prima posizione contro l’avversaria.

La Ferrari #88 è stata costretta a ritirarsi a causa dei pesanti danni alla 458 Italia GT3; si è trattata certamente di un’avventura non particolarmente positiva per il team Maranello Motorsport, il quale, anche lo scorso anno, si è arreso nelle prove a causa del telaio danneggiato dopo un incidente. Per quanto riguarda la McLaren #59, a pochi minuti alla fine della quarta ora, questa si è fermata sul rettilineo del traguardo per lo scarico emanante fumo e fiamme: un problema elettronico che è stato risolto dopo quasi un minuto di stop ma che ha rischiato di compromettere un brillante weekend.

A sette ore e venti minuti dal termine, una delle due Bentley (#10) si è trovata una foratura al pneumatico posteriore destro, perdendo diversi minuti ai box per la sostituzione. Esattamente dopo un'ora, una foratura al pneumatico anteriore destro ha costretto la Bentley #31 a fermarsi ai box per la sostituzione, il problema è stato però risolto solo parzialmente perché il paraurti, lievemente danneggiato, ha continuato a interferire nella corsa. Si è risolto con delle strisce di nastro adesivo per tenere insieme parti della carrozzeria, eliminando quelle in eccesso.

Durante la metà della gara, la Ferrari #49  è andata a sbattere in uscita dell'ultima curva, danneggiando gli attacchi dell'ala posteriore, mentre la McLaren #37 è stata toccata dalla Lamborghini #32, costretta per questo a ritirarsi dalla gara. A cinque ore dal termine, ulteriori danni sulla Bentley #31, la quale però è riuscita appena in tempo a raggiungere il proprio box per montare il nuovo muso. Intanto Nissan #1 e McLaren #59 duellavano per la prima posizione, conquistata, a pochi minuti dal termine, dalla McLaren #59, decretandone così la vittoria.
Nella classe AA  ha trionfato invece l'Audi #5, nella classe B la Porsche #4 e nella classe I la Ford #93.

In tutto sono stati registrati 38.000 spettatori, stabilendo così un sorprendente record di presenze. Si tratta certamente una gara che è riuscita ogni anno a trasmettere emozioni molto forti, proprio perché  non è mai stato dato nulla per scontato.

Pubblicato il: Ultima modifica: 09/02/2016 18:18:11 logo caraffinity.it Magazine: carAffinity
Tocca le stelle e vota l'articolo:

Magazine: gli articoli più letti
  • FIAT 500X: NUOVI COLORI E PIU' TECNOLOGIA

    FIAT 500X: NUOVI COLORI E PIU' TECNOLOGIA

    Fiat presenta il nuovo model year 2018

    Cristina 11/10/2017 12:36:59

  • AUTO DIESEL VS AUTO BENZINA

    AUTO DIESEL VS AUTO BENZINA

    I 7 punti chiave per capire quale delle due alimentazioni è perfetta per te

    Ex Blogger Car Affinity 21/10/2016 10:36:22

  • Audi A3 vs BMW Serie 1 vs Mercedes Classe A vs Volkswagen Golf

    Audi A3 vs BMW Serie 1 vs Mercedes Classe A vs Volkswagen Golf

    Il confronto tra quattro classiche vetture protagoniste sulle nostre strade

    Fabrizio 21/07/2015 09:56:55

Registrati anche tu
su carAffinity, la prima
community automotive
Mantieniti aggiornato sul Mondo Auto.
Trova e vendi in pochi click!
Cosa pensano di noi?
  • “Davvero gran bel sito, facile e veloce!” Luca da Padova
  • “Ho venduto la mia auto su carAffinity, servizio davvero soddisfacente.” Matteo da Roma
  • “Ho provato a mettere in vendita la mia auto e in pochi giorni sono stato subito contattato.” Giacomo da Bari

Scarica
la nuova App:

Le migliori offerte della Community in anteprima!