i INFORMATIVA

Questo sito utilizza cookie, anche di terze parti, per inviarti pubblicità e servizi in linea con le tue preferenze.
Se vuoi saperne di più o negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie clicca qui.
Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento acconsenti all’uso dei cookie.

X

VISITA AL MUSEO-CASA ENZO FERRARI DI MODENA

Attimi di rievocazione storica all’interno del museo

Voto medio:
Voto 4,8/5 basato su 4 voti

Inaugurato ufficialmente nel 2012, il Museo-Casa Enzo Ferrari di Modena è situato in Via Paolo Ferrari 85 nell’omonima città e si divide in due padiglioni, il primo è stato costruito a distanza di poco tempo dall'ideazione del progetto, mentre il secondo è stato ricavato dalle ceneri dell’officina meccanica di Alfredo Ferrari, il padre di Enzo. Entrando nel primo padiglione, non possiamo fare altro che notare esposta la meravigliosa ALFA 40/60 HP della Targa Florio del 1920 (quando ancora non veniva affiancato il nome “Romeo”), oltre che ad un simulatore di guida, utilizzabile solamente pagando la specifica cifra di 25€ per un tempo massimo di 7 minuti.

All’interno della sala si nota un grande gioco di luci in grado di risaltare i modelli presenti, da sottolineare che quest’ultimi vengono talvolta sostituti con altri modelli. Addentrandoci sempre più all'interno del primo padiglione vi è la possibilità di ammirare la Ferrari Testarossa, berlinetta resa celebre non solo per le sue prese d’aria sulle fiancate ma anche per le sue numerose comparse in diversi telefilm e video musicali. Accanto a quest’ultima, troviamo la 575 Superamerica, versione Spyder della Coupè 575M Maranello, in grado di erogare 540 CV e prodotta in soli 599 esemplari.

Lungo il perimetro della sala è possibile concedersi qualche minuto concentrandosi su significativi scritti storici in pieno stile Ferrari, potendo soffermarsi anche sui rinomati occhiali che Enzo Ferrari era solito indossare. Continuando il tour all'interno del primo padiglione, troviamo la preziosissima e affascinante Ferrari 612 Scaglietti, oltre che l’ultima Coupè prima dell’avvento della Ferrari FF nel 2011 e la 275 GTB del 1964, quest’ultima venne utilizzata come base per costruire la 275 GTB Competizione al fine di poter correre nella classe GT del Mondiale Sportprototipi.

La vera e propria novità che ha suscitato anche più curiosità durante la visita al museo, è stata la proiezione di un videoclip (un po’ come avviene al Museo dell’Alfa Romeo), proiettato, appunto, a luci spente con durata e momento stabilito dalla direzione. Il tutto interamente dedicato allo storico cammino portato avanti da Enzo Ferrari e dalla Ferrari stessa, a partire, quindi, dai primissimi passi dell’Alfa Romeo e della Scuderia Ferrari (nata nel 1929), fino alla nascita della Ferrari Automobili nel 1947, con le immagini dei successi conquistati su strada e su pista.

Sempre nella prima sala, viene messa in mostra la 512 BB (Berlinetta Boxer) alla quale seguì una versione creata appositamente per correre alla 24 Ore di Le Mans, chiamata 512 BB/LM, dotata di alettone posteriore, novità assoluta per quegli anni, non solo per una Ferrari GT ma in generale per il mondo Gran Turismo. A pochi metri di distanza si presenta con tutto il suo fascino la Ferrari 288 GTO, berlinetta equipaggiata del 2.8 V8 dotata di due turbocompressori. Sempre nelle vicinanze, presenzia anche la Maserati 300S, vettura che corse nel mondiale Sport prototipi tra gli anni 1956 e 1958, prodotta in soli 26 esemplari.

Non poteva passare inosservata la F40, un vero e proprio capolavoro, addirittura forse per alcuni esperti l'ultimo vero e proprio gioiello da considerarsi tale, prima della morte di Enzo Ferrari, ideata per i festeggiamenti dei 40 anni di attività della casa. Accanto ad essa, la F50, vettura spider voluta da Piero Ferrari (figlio di Enzo), equipaggiata con un 4.7 V12 da 520 CV, quindi una sorta di Formula 1 da strada. Continuando il nostro percorso sempre all’interno del padiglione, troviamo due tra i più appariscenti ed esclusivi modelli degli ultimi 15 anni provenienti dalla casa di Maranello, ovvero in ordine di produzione, la Ferrari "Enzo" (2002) e la Ferrari "LaFerrari" (2013), quest’ultima dotata del Kers (Kinetic Energy Recovery System), in grado di erogare 800 CV con il motore termico, mentre favorendosi dal sistema di recupero dell’energia (ricaricabile in fase di frenata), è in grado di sprigionare altri 163 CV, portandola così a 963 CV massimi. Le ultime due vetture menzionate sono state successivamente riadattate in versioni da corsa, esclusivamente per gli XX Programmes organizzati da Ferrari Corse Clienti, comprendenti anche altre esclusive versioni da corsa della Enzo (FXX) e LaFerrari (FXX K).

In conclusione della visita all'interno del primo padiglione, possiamo notare esposta, risaltata da diversi giochi di luce in grado di risaltarne ancora di più il proprio fascino, la Ferrari 512 M del 1970 e 1971, appartenente al Gruppo 5 (classificazione di vetture redatta ai tempi dalla FIA) con cui corse al Tour de France (1970) ma anche nel mondiale sport prototipi e alla 24 Ore di Le Mans (1971).

Passando infine al secondo padiglione, troviamo esposta la Ferrari 125 S (primissima vettura Ferrari del 1947 e prodotta in soli 2 esemplari), oltre alla 500 F2, progettata da Aurelio Lampredi finalizzata alla competizione del campionato mondiale di Formula 1 dal 1951 al 1953. Altro capolavoro, in memoria del figlio Dino, la Ferrari Dino 206 GT, prodotta con il marchio “Dino”.

Per il resto, la sala vede la presenza di tre vetture GT, ovvero: 360 Modena GT, 575 GTC e 288 GTO Evoluzione. Per concludere, le due monoposto di Formula 1: la 156-85 del 1985 e la F60 del 2009, la prima Ferrari F1 a montare il kers.

Pubblicato il: Ultima modifica: 27/01/2016 09:51:35 logo caraffinity.it Magazine: carAffinity
Tocca le stelle e vota l'articolo:

Magazine: gli articoli più letti
  • BOLLO AUTO: NOVITA' IN VISTA PER IL 2018

    BOLLO AUTO: NOVITA' IN VISTA PER IL 2018

    Prescrizione dopo 3 anni e più tasse per chi inquina

    Cristina 18/09/2017 16:06:15

  • AUTO DIESEL VS AUTO BENZINA

    AUTO DIESEL VS AUTO BENZINA

    I 7 punti chiave per capire quale delle due alimentazioni è perfetta per te

    Ex Blogger Car Affinity 21/10/2016 10:36:22

  • Audi A3 vs BMW Serie 1 vs Mercedes Classe A vs Volkswagen Golf

    Audi A3 vs BMW Serie 1 vs Mercedes Classe A vs Volkswagen Golf

    Il confronto tra quattro classiche vetture protagoniste sulle nostre strade

    Fabrizio 21/07/2015 09:56:55

Registrati anche tu
su carAffinity, la prima
community automotive
Mantieniti aggiornato sul Mondo Auto.
Trova e vendi in pochi click!
Cosa pensano di noi?
  • “Davvero gran bel sito, facile e veloce!” Luca da Padova
  • “Ho venduto la mia auto su carAffinity, servizio davvero soddisfacente.” Matteo da Roma
  • “Ho provato a mettere in vendita la mia auto e in pochi giorni sono stato subito contattato.” Giacomo da Bari

Scarica
la nuova App:

Le migliori offerte della Community in anteprima!