i INFORMATIVA

Questo sito utilizza cookie, anche di terze parti, per inviarti pubblicità e servizi in linea con le tue preferenze.
Se vuoi saperne di più o negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie clicca qui.
Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento acconsenti all’uso dei cookie.

X

My carAffinity:

Login | Registrati

IL FILTRO ANTIPARTICOLATO DELL'AUTO: TUTTO QUELLO CHE BISOGNA SAPERE

Guida all’utilizzo e alla manutenzione del filtro antiparticolato

Voto medio:
Voto 4,5/5 basato su 6 voti
  • IL FILTRO ANTIPARTICOLATO DELL'AUTO: TUTTO QUELLO CHE BISOGNA SAPERE

Filtro antiparticolato cos’è

Chi ha acquistato o possiede già un’auto diesel quasi sicuramente avrà sentito parlare del filtro antiparticolato. Conosciuto anche con l’acronimo di FAP, altro non è che un elemento del motore utilizzato per diminuire l’inquinamento delle auto con questo tipo di motorizzazione. Le auto diesel infatti, pur avendo diversi vantaggi rispetto alle auto a benzina, presentano in realtà il noto inconveniente delle polveri sottili PM10.

Queste ultime vengono raccolte dal filtro, che in realtà funziona come una vera e propria camera di combustione. In particolare il filtro antiparticolato è progettato per accumulare le particelle durante tragitti percorsi a basse e medie velocità e bruciarle nei viaggi più lunghi e impegnativi, quando si consuma molto più carburante e le temperature si alzano.

È bene sapere che esistono due tipi differenti di filtro: FAP e DPF diesel.  Il primo è stato studiato per determinate marche di auto celebri, come Peugeot o Citroen, e necessita di additivi per essere rigenerato. Il secondo invece (Diesel Particulate Filter), non ha bisogno di additivi e risulta quindi meno costoso e pericoloso per la nostra salute.

Filtro antiparticolato: problemi e costi

Conoscere queste differenze è importante in quanto i due filtri hanno tempi di sostituzione e usura differenti. Mentre per i FAP si parla di 120.000 o 180.000 chilometri, per i DPF si può arrivare a 250.000 chilometri. Naturalmente sulla sostituzione del filtro antiparticolato influisce molto anche l’uso che si fa dell’auto.

Avendo piccoli accorgimenti, ad esempio, è possibile garantire una buona manutenzione filtro antiparticolato, che implica una sostituzione meno frequente e quindi un certo risparmio. Sì perché il costo filtro antiparticolato non è affatto basso: si parla di cifre che vanno dai 500 ai 600 euro.

In particolare è bene avere sotto controllo la quantità di rigenerazioni che vengono effettuate dalla centralina fra una manutenzione e l’altra e che vi sia un corretto rapporto di compressione del motore. Non solo è opportuno utilizzare anche lubrificanti con gradazione, specifiche, qualità e TBN idonei per il motore auto trattato.

Come pulire il filtro antiparticolato

La corretta manutenzione del filtro antiparticolato passa anche da una periodica pulizia. È ad esempio opportuno effettuare una pulizia del filtro ogni 50.000 km o sei mesi, se si guida in città, ogni 80.000 km o nove mesi, se si guida su strade extraurbane, ogni 150.000 km o 12 mesi, se si guida per tratti molto lunghi. Per procedere a una corretta pulizia del filtro antiparticolato consigliamo di liberarlo da tutti i detriti utilizzando aria compressa a una pressione massima di 7 bar.  Successivamente bisogna far riscaldare il filtro in forno a 615°, incrementando la temperatura in maniera progressiva e ruotando la parte sporca verso il basso. Questo passaggio ha la funzione di far asciugare la fuliggine e aiutare a proteggere il filtro. A questo punto occorre pulire l’ingresso e l’uscita del filtro con aria, verificando che abbia raggiunto una temperatura di 40°, e scaldare nuovamente il filtro nel forno per bruciare la fuliggine. Infine è necessario pulire ancora una volta il filtro con l’aria, sempre a 40°.

Al di là di questa procedura, comunque, è possibile anche utilizzare additivi specifici che aiutano a rimuovere sporco e incrostazioni. In ogni caso, prima di utilizzarli, è preferibile consultare un professionista. Sarà infatti proprio il meccanico di fiducia a suggerire il metodo più adatto, eventuale sostituzione o modifica del filtro antiparticolato per migliorarne le prestazioni auto.

 

Pubblicato il: Ultima modifica: 03/11/2016 14:29:28 logo caraffinity.it Magazine: carAffinity
Tocca le stelle e vota l'articolo:
Magazine: gli articoli più letti
  • SITO WEB DELL’ANNO 2016: VOTA E VINCI

    SITO WEB DELL’ANNO 2016: VOTA E VINCI

    Parte il concorso Sito Web dell’anno 2016. Vota carAffinity per vincere fantastici premi

    Redazione CA 26/10/2016 15:52:05

  • Jeep Wrangler o Land Rover Defender?

    Jeep Wrangler o Land Rover Defender?

    Il confronto tra le classiche 4x4 Jeep Wrangler e Land Rover Defender

    Riccardo 08/04/2014 17:10:16

  • Audi A3 vs BMW Serie 1 vs Mercedes Classe A vs Volkswagen Golf

    Audi A3 vs BMW Serie 1 vs Mercedes Classe A vs Volkswagen Golf

    Il confronto tra quattro classiche vetture protagoniste sulle nostre strade

    Fabrizio 21/07/2015 09:56:55

Cosa pensano di noi?
  • “Davvero gran bel sito, facile e veloce!” Da Luigi il 14 luglio 2016
  • “Ho venduto la mia auto su carAffinity, servizio davvero soddisfacente.” Da Giovanni il 4 luglio 2016
  • “Ho provato a mettere in vendita la mia auto e in pochi giorni sono stato subito contattato.” Da Giuseppe il 22 giugno 2016

Questa pagina é disponibile su tutti i devices

Porta carAffinity sempre con te, scarica l’app ufficiale