COME CALCOLARE IL BOLLO AUTO: I DATI DA CUI PARTIRE

Tutte le indicazioni per conoscere l’importo corretto

Voto medio:
Voto 5/5 basato su 1 voti

 

Dopo aver selezionato i modelli migliori ed aver scelto ed acquistato l’auto dei propri sogni non sai come calcolare il bollo auto? In questo possiamo aiutarti noi! Il calcolo del bollo auto è influenzato da due fattori principali: la potenza del veicolo e la classe ambientale dello stesso. Questa è una tassa da pagare obbligatoriamente ogni anno. La prima, infatti, determina il calcolo del bollo auto, mentre la seconda influenza la variazione degli importi. Questo ad esempio significa che migliorando la categoria ambientale, diminuirà la cifra da pagare. 

Come calcolare il bollo auto partendo dalla potenza del veicolo 

È quindi possibile il calcolo bollo auto 2018 proprio a partire dai dati relativi alla potenza del veicolo. I kilowatt (Kw) normalmente sono indicati nel libretto di circolazione del mezzo. Tuttavia, qualora non si riuscisse a recuperarli, è possibile effettuare il calcolo partendo dai cavalli (CV), ovvero dividendo per 1,35962 proprio i cavalli dell’auto.

Come abbiamo inoltre puntualizzato precedentemente, anche la classe ambientale influisce sul calcolo dell’importo. Per una vettura di categoria Euro 0, ad esempio, si pagherà un importo di 3 euro a Kilowatt per le auto fino a 100 kW. Per quelle superiori a 100 kW, invece, si dovrà corrispondere una cifra pari a 4,50 euro per ogni kW.

Una vettura Euro 1 con potenza di 100 kW pagherà € 2,90 euro a kW, cifra  che nel caso di auto superiori a 100 kW potrebbe arrivare anche a 4,35 euro a kW. E così via. Per le auto meno inquinanti, ad esempio, Euro 4, 5 e 6, il calcolo del bollo auto per kW oscillerà da € 2,58 a € 3,87 euro.

Una menzione a parte meritano poi le vetture green, come le auto elettriche, ibride, gpl, per le quali le Regioni prevedono importi diversi, o addirittura esenzioni o agevolazioni. Non solo, nel caso in cui si debba calcolare il bollo auto per un’auto ibrida, bisognerà tener conto solo dei kW offerti dal motore termico.

Come calcolare il bollo auto partendo dalla targa 

Un’alternativa all’utilizzo dei dati di potenza del veicolo e della classe ambientale per il calcolo del bollo auto, può essere quella di partire dalla targa del veicolo. Per conoscere l’importo, in questo caso, non occorre effettuare calcoli matematici, ma è sufficiente inserire i dati del veicolo sul sito dell’Agenzia delle Entrate (per aiutarti nella compilazione leggi sotto AGENZIA DELLE ENTRATE BOLLO AUTO).

Come calcolare il bollo auto: sito ACI

Un’ultima alternativa è anche quella di calcolare il bollo auto direttamente sul sito dell’ACI. In questo caso è necessario indicare la tipologia di veicolo, il tipo di pagamento (rinnovo, prima immatricolazione, pagamento integrativo ecc.), nonché la regione di residenza.

Agenzia dell’entrate bollo auto

Una volta entrati sul sito basterà cliccare sulla voce “schede”, poi su “pagamenti” ed infine su “bollo auto”. A questo punto, bisognerà cliccare sulla voce “calcolo del bollo auto in base alla targa” ed infine su “accedi al servizio”. Nella pagina successiva sarà necessario indicare la tipologia di veicolo, digitare il numero di targa dell’auto ed inserire il codice di sicurezza suggerito. In questo modo sarà possibile conoscere l’importo del bollo e le eventuali sanzioni ed interessi applicati in caso di morosità pregressa.

Chi invece fosse sprovvisto di targa del veicolo potrà utilizzare i servizi fiscali senza registrazione. Basterà attivare il percorso per il calcolo bollo auto senza targa cliccando sulle seguenti voci menù: calcolo bollo, controllo dei pagamenti effettuati, calcolo bollo in base alla potenza del veicolo. A questo punto bisognerà inserire una serie di informazioni fra cui: la tipologia di veicolo, regione di residenza, direttiva euro, eventuale impianto GPL/Metano, potenza del veicolo in kW o Cavalli. Una volta inseriti tutti i dati basterà cliccare su “Calcola importo“.

 Calcolo superbollo 2018

È bene ricordare infine che per alcuni tipi di auto, come le sportive, i SUV e le berline di lusso, oltre al pagamento del bollo auto bisogna considerare anche il superbollo. Si tratta di un’ulteriore tassa che, per i veicoli superiori ai 185 kW, aggiunge 20 euro ogni chilowatt di potenza in più. Tuttavia bisogna ricordare anche che dopo 5, 10 e 15 anni dalla data di fabbricazione del veicolo, l’addizionale si riduce rispettivamente al 60%, al 30% e al 15%. Non solo, dopo i 20 anni, il superbollo non andrà più pagato.

Pubblicato il: Ultima modifica: 19/04/2018 14:31:50 logo caraffinity.it Magazine: carAffinity
Tocca le stelle e vota l'articolo:

Magazine: gli articoli più letti
  • HYUNDAI SANTA FE HYBRID: ARRIVANO LE VERSIONE IBRIDE

    HYUNDAI SANTA FE HYBRID: ARRIVANO LE VERSIONE IBRIDE

    Le nuove propulsioni nella seconda metà del 2019

    Cristina 09/08/2018 19:23:43

  •  MIGLIORI AUTO CON CAMBIO AUTOMATICO: DALLE CITY CAR ALLE UTILITARIE

    MIGLIORI AUTO CON CAMBIO AUTOMATICO: DALLE CITY CAR ALLE UTILITARIE

    I migliori modelli e quelli più economici

    Cristina 10/04/2018 09:58:55

  • ROLLS ROYCE CULLINAN: IL LUSSO DELLA PERSONALIZZAZIONE

    ROLLS ROYCE CULLINAN: IL LUSSO DELLA PERSONALIZZAZIONE

    Il suv per chi non si accontenta

    Cristina 30/07/2018 12:44:54

Valutazione online della tua auto
Gratuita e senza impegno.
Cosa pensano di noi?
  • “Davvero gran bel sito, facile e veloce!” Luca da Padova
  • “Ho venduto la mia auto su carAffinity, servizio davvero soddisfacente.” Matteo da Roma
  • “Ho provato a mettere in vendita la mia auto e in pochi giorni sono stato subito contattato.” Giacomo da Bari

Scarica
la nuova App:

Le migliori offerte della Community in anteprima!