COLLABORATIVE PARKING: COME RIDURRE LO STRESS DA PARCHEGGIO

Ford sperimenta una tecnologia che faciliterebbe il parcheggio dell’auto

Voto medio:
Voto 4/5 basato su 1 voti

Nel Regno Unito gli automobilisti trascorrono più di un giorno all’anno alla ricerca di un parcheggio. Può sembrare assurdo, eppure è così. Soprattutto nelle grandi città, la ricerca di un parcheggio rappresenta un vero e proprio dramma per chi è alla guida. Una fonte di stress insomma, a cui alcune aziende hanno deciso di rispondere progettando app dedicate.

 Ford, invece, ha optato per un’altra soluzione: sperimentare una nuova tecnologia, molto interessante.

Si chiama Collaborative Parking e promette di ridurre lo stress da parcheggio attraverso un sistema di mappe crowd-sourced, alimentate dai dati dei sensori di parcheggio delle auto che lo utilizzano. Questi dati consentono di visualizzare gli spazi liberi, indirizzando l’automobilista verso il parcheggio migliore ed evitando quindi perdite di tempo e stress inutili.

“Comprendiamo bene quanto tempo vada sprecato e quanto stress siano causati dalla ricerca continua di parcheggi, in città”, ha dichiarato Christian Ress, Supervisor, Automated Driving Europe, Ford Research e Advanced Engineering. “L’intento della nostra sperimentazione è quello di restituire quel tempo ai conducenti, aiutandoli a godersi i momenti trascorsi in automobile affinché siano più felici e più efficienti.”

L’azienda tedesca è solo una fra i vari partner che si sono occupati dello sviluppo di questa tecnologia nell’ambito del progetto UK Autodrive. Sostenuto dal governo britannico e finanziato con oltre 20 milioni di sterline, questo progetto parte dalle possibilità di connessione tra veicoli e tra veicoli e infrastrutture, ed ha un unico obiettivo: rendere la guida meno stressante e più sicura, ottimizzare i tempi e migliorare l’efficienza dei consumi.

Sempre nell’ambito di UK Autodrive, tempo fa, è stata inoltre presentata un’altra tecnologia: l’Emergency Vehicle Warning. Questo sistema ha il compito di localizzare e calcolare la distanza rispetto a un veicolo di soccorso, permettendo così agli automobilisti di posizionarsi sulla strada in modo più sicuro, in modo tale da facilitare e ottimizzare il passaggio di polizia, ambulanze e vigili del fuoco.

Pubblicato il: Ultima modifica: 06/04/2018 14:22:05 logo caraffinity.it Magazine: carAffinity
Tocca le stelle e vota l'articolo:

Magazine: gli articoli più letti
  • HYUNDAI SANTA FE HYBRID: ARRIVANO LE VERSIONE IBRIDE

    HYUNDAI SANTA FE HYBRID: ARRIVANO LE VERSIONE IBRIDE

    Le nuove propulsioni nella seconda metà del 2019

    Cristina 09/08/2018 19:23:43

  •  MIGLIORI AUTO CON CAMBIO AUTOMATICO: DALLE CITY CAR ALLE UTILITARIE

    MIGLIORI AUTO CON CAMBIO AUTOMATICO: DALLE CITY CAR ALLE UTILITARIE

    I migliori modelli e quelli più economici

    Cristina 10/04/2018 09:58:55

  • ROLLS ROYCE CULLINAN: IL LUSSO DELLA PERSONALIZZAZIONE

    ROLLS ROYCE CULLINAN: IL LUSSO DELLA PERSONALIZZAZIONE

    Il suv per chi non si accontenta

    Cristina 30/07/2018 12:44:54

Valutazione online della tua auto
Gratuita e senza impegno.
Cosa pensano di noi?
  • “Davvero gran bel sito, facile e veloce!” Luca da Padova
  • “Ho venduto la mia auto su carAffinity, servizio davvero soddisfacente.” Matteo da Roma
  • “Ho provato a mettere in vendita la mia auto e in pochi giorni sono stato subito contattato.” Giacomo da Bari

Scarica
la nuova App:

Le migliori offerte della Community in anteprima!