i INFORMATIVA

Questo sito utilizza cookie, anche di terze parti, per inviarti pubblicità e servizi in linea con le tue preferenze.
Se vuoi saperne di più o negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie clicca qui.
Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento acconsenti all’uso dei cookie.

X

My carAffinity:

Login | Registrati

Jeep Wrangler o Land Rover Defender?

Il confronto tra le classiche 4x4 Jeep Wrangler e Land Rover Defender

Voto medio:
Voto 4,2/5 basato su 5 voti
Jeep Wrangler o Land Rover Defender?


Oggi sono stato contattato da un mio caro amico che mi ha chiesto cosa pensassi riguardo agli attuali modelli di 4x4 in vendita sul mercato italiano. In breve ecco cosa penso sull'attuale offerta di prodotti offroad in Italia. Mi sono documentato e sfogliando la rivista Gente Motori, nella sezione SUV e 4X4 ho trovato riportato 36 modelli delle marche più o meno importanti che prima o dopo si sono occupate di produzioni di veicoli integrali: Audi, Bmw, Infiniti, jeep, Lada, Land Rover, Mahindra, Mercedes, Mitsubishi, Ssangyong, Subaru, Suzuki, Toyota, Nissan; Porsche, Toyota, Volkswagen e Volvo. Di queste però quante realmente sono macchine con cui poterci fare seriamente anche offroad?

Sinceramente credo, che da un pò di tempo a questa parte in realtà i brand che hanno continuato a seguire questo piccolo business particolare si contano sulle dita di una mano. Tra queste a mio parere troviamo solo Jeep, Land Rover e Mercedes. Per onore di verità in secondo piano esistono anche altre due marche che pur con un'enfasi molto minore mantengono un posizionamento abbastanza tradizionale: Lada e Suzuki, con i rispettivi modelli storici Niva e Jimny. In questa situazione, la possibilità di acquisto si limita a pochi prodotti che spesso soprattutto in situazione di budegt limitato portano l'utente ad una scelta quasi obbligata. Secondo me gli unici modelli che tutt'ora danno la possibilità di affrontare situazione di offroad di una certa rilevanza sono solo tre e in particolare sono:

Land Rover Defender (prezzi da 26.982 a 35.786 €)

Jeep Wrangler (prezzi da 34.985 a 43052 €)

Mercedes classe G (prezzi da 89.816 a 273.199 €)

Non a caso, la scelta di elencarli in ordine di prezzo crescente perché secondo me quando si sceglie una vettura del genere è importantissimo considerare che se si vuole fare dell'offroad serio bisogna pianificare l'ulteriore investimento d almeno 10.000 €. In quest'ottica la scelta migliore è sicuramente quella di acquistare il Land Rover Defender che però nella sua dotazione di serie presenta delle pecche non secondarie se si decide di farne un uso "civile". In quest'ottica l'alternativa più accessibile è rappresentata dalla Jeep Wrangler, che rappresenta un più che ottimo compromesso sia su asfalto che in offroad! Se il budget fosse ancora più ampio a quel punto si potrebbe considerare anche l'acquisto della Mercedes classe G, ma a la domanda sorgerebbe spontanea: non converrebbe considerare l'acquisto anche di autovetture alternative altrettanto esclusive come i modelli Land Rover Discovery (a partire da 46.980€), Range Rover Sport (a partire da 67.560€) o Range Rover (a partire da 92.260 €)?

Guida all'acquisto

Dopo averle provate entrambe il mio consiglio è di fare la scelta solo in base all'uso che se ne farà senza alcun pregiudizo. Se l'idea è quella di acquistare una vettura tanto adatta all'offroad quanto adatta all'uso lavorativo in mezzo ai campi la scelta è praticamente obbligata: Lans Rover Defender è la 4x4 d'eccellenza anche se per via di alcune scelte costruttive in offroad si possono apprezzare tanto i pregi quanti i difetti. Il prezzo iniziale, più basso delle dirette avversarie, permetterebbe di riservare maggiore risorse alle preparazioni after market, che se fatte nel modo corretto, possono garantire prestazioni in offroad migliori di qualunque altra vettura alternativa. Altrimenti il consiglio è di stare sulla più tecnologica JEEP WRANGLER una vettura sicuramente più appeal e al passo con i tempi in grado di coniugare alle ottime prestazioni stradali anche un'ottima propensione all'offroad più duro grazie anche ai nuovi ritrovati sviluppati da Jeep riguardo a trasmissione, sospensioni e motore. A voi la scelta.

Impressioni di guida

Caratteristiche tecniche Land Rover Defender:

Motore: il motore diesel da 2,2 litri del Defender sviluppa un'impressionante coppia di 360 Nm. Con il 90% della potenza massima sempre disponibile da soli 2.200 giri/min e fino ad oltre 4.350 giri/min, questo motore ha la muscolarità necessaria per muoversi agevolmente negli ambienti più duri.

Grazie al filtro antiparticolato Land Rover, il motore del Defender non è solo pienamente conforme alle più reecenti normative sulle emissioni N1 EU5, ma assicura anche una velocità massima storica di 145 km/h. Trattandosi di un veicolo iconico diffuso in ogni angolo del mondo, abbiamo sviluppato una speciale messa a punto del motore che gli consente di tollerare i carburanti di qualità variabile e con elevato contenuto di ceneri solforose presenti in alcuni mercati emergenti*. Per gestire correttamente la difficoltosa progressione tipica di alcune operazioni, per esempio quando il motore lavora intensamente ma a basse velocità di circa 1000 giri/min, l'innovativo dispositivo antistallo di Land Rover regola in modo accurato il carburante richiesto per mantenere fluida e regolare l'azione del veicolo.


Trazione integrale permanente: diversamente da molti veicoli concorrenti, il Defender ha la trazione integrale permanente con differenziale centrale che distribuisce la coppia in modo uniforme fra l'assale anteriore e posteriore, assicurando prestazioni ottimali su strada e nel fuoristrada. E in più, è possibile bloccare il differenziale centrale per ridurre al minimo lo slittamento della ruota e massimizzare la trazione sulle superfici scivolose.

Cambio a 6 velocità con scatola di rinvio a due rapporti e differenziale bloccabile: la notevole coppia sviluppata dal Defender è pienamente sfruttata attraverso la robusta scatola di rinvio a due rapporti e trasmissione a sei velocità. Il risultato sono dodici marce e due retromarce che forniscono al conducente un'ampia gamma di rapporti per affrontare le situazioni più difficili. La prima bassa riduce la velocità rendendo qualsiasi operazione di traino quasi priva di sforzo, sia su asfalto che in fuoristrada, mentre la sesta alta consente una migliore economia di carburante nei viaggi su strada. In condizioni di guida fuoristrada particolarmente difficili, come su terreno non compatto, fango, ghiaccio o neve, il differenziale centrale può essere bloccato per impedirne l'azione e ripartire la potenza su ciascun assale in parti uguali per garantire una trazione ottimale.

 

Caratteristiche tecniche Jeep Wrangler:

Motore diesel 2.8 CRD: lo straordinario motore CRD (Common-Rail Diesel) 2.8 DOHC a 16V e 4 cilindri ha una potenza di 200 CV a 3.600 giri/min e una coppia di 460 Nm a 1.600-2.600 giri/min (con cambio automatico). Motore V6 3.6 Pentastar con fasatura variabile delle valvole (VVT): con tutta la potenza necessaria alla leggendaria imponenza di Wrangler, questo efficiente propulsore vanta 284 CV con 347 Nm di coppia, è in alluminio leggero ed è alimentato a benzina.

Tecnologia Stop and Start: la tecnologia spegne il motore quando il veicolo è fermo e lo riavvia automaticamente quando si esercita una pressione sul pedale della frizione, con risparmio di carburante del 12% e riduzione delle emissioni di CO2 del 13% nel ciclo combinato.

Cambio automatico a 5 rapporti con Autostick: eccezionale efficienza e prestazioni straordinarie. Una prima marcia opportunamente accorciata garantisce uno spunto importante senza far aumentare i consumi. La coppia del motore controllata elettronicamente consente di passare fluidamente da una marcia all’altra. La nuova funzione AutoStick® offre comandi selezionabili dal conducente per cambiare marcia manualmente.

Sospensioni: la struttura del telaio e la geometria delle sospensioni contribuiscono in modo determinante ad assicurare le eccezionali prestazioni off-road di Jeep® Wrangler. Telaio, longheroni e traverse, sospensione anteriore e posteriore ad assale rigido assicurano la massima esistenza necessaria per sopportare le condizioni più estreme e superare gli ostacoli più impegnativi. Jeep® Wrangler è dotato di sospensioni anteriori ad assale rigido DANA 30 (DANA 44 ad elevata resistenza su Rubicon) a 5 punti di ancoraggio con bracci oscillanti, barra Panhard, molle elicoidali e barra stabilizzatrice. I 5 punti di ancoraggio contribuiscono a mantenere la guida dell'asse precisa e senza scuotimenti. Nella guida off road più impegnativa è possibile attivare il sistema di disconnessione elettronica della barra stabilizzatrice (ASBS), di serie su Rubicon, che rimuove la connessione tra le ruote dell'asse anteriore per permettere a ciascuna ruota di reagire indipendentemente alle forze a cui è sottoposta e muoversi con la massima articolazione. Anche le sospensioni posteriori ad assale rigido DANA 44 sono a cinque punti di ancoraggio con bracci oscillanti, ma i bracci oscillanti sono montati all’esterno del telaio e le molle all’interno per consentire l’alloggiamento del serbatoio nella zona centrale. Su tutti i modelli gli ammortizzatori sono adattati alle molle più morbide ed assicurano un ottimo equilibrio tra maneggevolezza su strada e capacità fuoristradistica.

Command Trac: progettato per dominare i più impegnativi percorsi off road, Jeep® Wrangler è il risultato di 70 anni di importanti miglioramenti alla leggendaria tradizione 4x4 di Jeep®. Jeep® Wrangler Sport e Sahara dispongono della seconda generazione del sistema di trazione Command-Trac® integrale a 2 velocità con inserimento in marcia “SHIFT-ON-THE-FLY”. Il sistema di trazione permette in ogni momento di scegliere il tipo di trazione desiderata, a seconda del percorso e a tutto vantaggio dei consumi. Il rapporto di riduzione di 2.72:1 moltiplica la coppia per la marcia a basse velocità, allo scopo di aumentare sensibilmente la trazione in condizioni di off road. L’inserimento della modalità a trazione integrale avviene sempre manualmente, tramite una leva nella consolle centrale.

Rock Trac e Tru-Lok: la versione Rubicon è dotata di un ripartitore Off road Rock-Trac® inseribile “SHIFT-ON-THE-FLY” a due velocità con un eccezionale rapporto di riduzione di 4,0:1, che assicura un perfetto controllo e aumenta notevolmente la coppia disponibile sulle ruote, permettendo così manovre off road estreme. Questa scatola ripartitore è stata progettata specificamente per Jeep® Wrangler Rubicon, in modo da soddisfare le esigenze di un veicolo con spiccata vocazione off road. Sia il Command-Trac® che il Rock-Trac® prevedono 3 modalità di funzionamento in marcia: # 2WD: La coppia è inviata al 100% all’asse posteriore.

È la modalità da utilizzare su tutte le superfici che garantiscono una buona aderenza. # 4WD High: La coppia è ripartita tra l’asse anteriore e quello posteriore nella proporzione 50/50. Il ripartitore centrale non svolge la funzione di differenziale, pertanto la ripartizione tra i due assi è fissa. La modalità deve essere utilizzata unicamente su superfici a bassa aderenza (neve, sterrato, fango, rocce). # 4WD Low: La coppia in ingresso proveniente dal cambio è moltiplicata ulteriormente (4 volte nel caso di Rock-Trac® e 2,7 volte nel caso di Command-Trac®), la capacità di trazione è incrementata notevolmente. L’inserimento delle marce ridotte è consigliato unicamente su strade a bassa aderenza in situazioni in cui la richiesta di coppia è massima.

Ogni qualvolta una ruota perde aderenza o si solleva dal terreno la presenza dei differenziali su ogni asse, fondamentali per poter curvare, può provocare una perdita di coppia e quindi una diminuzione della capacità di trazione della vettura. Jeep® Wrangler su tutte le versioni prevede un sistema integrato con il sistema ESP che pone rimedio al comportamento del differenziale, il BLD o Brake Lock Differential. Il sistema blocca la ruota che sta slittando, di fatto aumentando considerevolmente la resistenza all’avanzamento e consentendo quindi il trasferimento di coppia alla ruota che ha aderenza. Il sistema è completamente automatico e non richiede alcun intervento da parte del guidatore. In caso di inserimento di ridotte prevede un’impostazione OFF-ROAD: applica una coppia frenante più aggressiva e per un periodo di tempo superiore.

Jeep® Wrangler Rubicon è inoltre dotato di bloccaggi anteriori e posteriori inseribili Tru-Lok® con rapporto al ponte di 4,10. I differenziali Tru-Lok® consentono manovre a bassa velocità nei dossi, nelle salite a forte pendenza ed in generale sulle superfici a scarsa aderenza, vincolando la velocità delle ruote dello stesso asse ed evitando quindi lo slittamento su qualsiasi tipo di terreno. I bloccaggi degli assi possono essere comodamente inseriti e disinseriti con un interruttore sulla plancia. Per completare questa eccezionale capacità di articolazione, Jeep® Wrangler Rubicon dispone di serie del dispositivo elettronico Active Sway Bar System (ASBS) in grado di disconnettere la barra stabilizzatrice anteriore ed adattarsi al meglio alle asperità del terreno quando si percorre un tratto particolarmente impegnativo.

Il sistema permette a ciascuna delle due ruote anteriori di reagire in modo indipendente alle forze a cui è sottoposta. Un interruttore attiva il sistema, permettendo al veicolo di ottenere un’elevata capacità di articolazione per il superamento di qualsiasi ostacolo. Lo scollegamento della barra stabilizzatrice comandato dal conducente può avvenire sia nella modalità a quattro ruote motrici (4WD High) che nella modalità a marce ridotte (4WD Low), a velocità inferiori a 29 km/h. Per motivi di sicurezza, la barra stabilizzatrice si ricollega non appena la velocità supera i 29 km/h. Grazie all’ASBS, la vettura raggiunge un indice di escursione di rampa RTI (Ramp Travel Index: parametro dell’articolazione delle sospensioni di un veicolo) pari a 652 con la barra stabilizzatrice collegata e pari a 832 con la barra scollegata – un aumento del 28%.

Pubblicato il: Ultima modifica: 14/07/2015 15:21:19 logo caraffinity.it Magazine: carAffinity
Tocca le stelle e vota l'articolo:

Magazine: gli articoli più letti
  • SCATOLA NERA OBBLIGATORIA SULLE AUTO: ECCO LE NEWS

    SCATOLA NERA OBBLIGATORIA SULLE AUTO: ECCO LE NEWS

    Sbloccato l'iter legislativo riguardo l'installazione della scatola nera

    Cristina 20/07/2017 10:50:39

  • Fiat 500 5 porte sarà l'erede della Punto

    Fiat 500 5 porte sarà l'erede della Punto

    Con Fiat 500 5 porte la casa torinese punta a riconfermare il successo del precedente modello

    Matteo Milani 27/04/2015 14:10:01

  • Audi A3 vs BMW Serie 1 vs Mercedes Classe A vs Volkswagen Golf

    Audi A3 vs BMW Serie 1 vs Mercedes Classe A vs Volkswagen Golf

    Il confronto tra quattro classiche vetture protagoniste sulle nostre strade

    Fabrizio 21/07/2015 09:56:55

Registrati anche tu
su carAffinity, la prima
community automotive
Mantieniti aggiornato sul Mondo Auto.
Trova e vendi in pochi click!
Cosa pensano di noi?
  • “Davvero gran bel sito, facile e veloce!” Luca da Padova
  • “Ho venduto la mia auto su carAffinity, servizio davvero soddisfacente.” Matteo da Roma
  • “Ho provato a mettere in vendita la mia auto e in pochi giorni sono stato subito contattato.” Giacomo da Bari

Scarica
la nuova App:

Le migliori offerte della Community in anteprima!