i INFORMATIVA

Questo sito utilizza cookie, anche di terze parti, per inviarti pubblicità e servizi in linea con le tue preferenze.
Se vuoi saperne di più o negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie clicca qui.
Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento acconsenti all’uso dei cookie.

X

FCA: i programmi stabiliti fino al 2018

Interessanti i contenuti emersi dalla conferenza stampa FCA

Voto medio:
Voto 4/5 basato su 2 voti
  • FCA: i programmi stabiliti fino al 2018
  • FCA: i programmi stabiliti fino al 2018
  • FCA: i programmi stabiliti fino al 2018
  • FCA: i programmi stabiliti fino al 2018
  • FCA: i programmi stabiliti fino al 2018
  • FCA: i programmi stabiliti fino al 2018
  • FCA: i programmi stabiliti fino al 2018
  • FCA: i programmi stabiliti fino al 2018
  • FCA: i programmi stabiliti fino al 2018
  • FCA: i programmi stabiliti fino al 2018
  • FCA: i programmi stabiliti fino al 2018
  • FCA: i programmi stabiliti fino al 2018

Ecco quanto l’amministratore delegato della FCA (Fiat Chrysler Automobiles) ha illustrato a Detroit: "Si realizza un grande sogno di integrazione. Il marchio Jeep arriverà a produrre 1,9 milioni di vetture per il 2018. Chrysler passerà a 800 mila. Il target di vendite per il marchio Fiat a livello globale nel 2018 è 1,9 milioni. Maserati punta a triplicare le vendite. Ferrari non è in vendita!" Queste le novità più rilevanti per i marchi italiani:

Alfa Romeo - 5 miliardi di euro e 8 nuove Alfa Romeo entro il 2018

Il piano industriale punta a riportare il marchio del Biscione ai grandi successi del passato. Il progetto è di raggiungere un volume di vendite pari a 6 volte l’attuale: dai 74.000 di oggi ai 400.000 pezzi venduti nel 2018, attraverso l’investimento di cirac 5 miliardi di euro. Tanto impegno dei tecnici per realizzare le Alfa Romeo del futuro con l’obiettivo di creare le migliori trazioni posteriori e integrali dei propri segmenti, dalle compatte ai SUV. Il programma di Marchionne è quello di sviluppati e produrre in Italia otto nuovi modelli Alfa Romeo. La novità più importante e imminente è la berlina media, la tanto attesa e ritardataria Alfa Romeo Giulia che vedrà la luce nel quarto trimestre del 2015.

Gli altri sette modelli Alfa Romeo verranno lanciati fra il 2016 e il 2018 comprendono due vetture compatte (una rimpiazza la Giulietta), un’altra media e una vettura grande tipo 159, oltre a due Utility Vehicle e una sportiva “speciale” di categoria superiore alle 4C. Un’ultima sorpresa, ancora avvolta nel mistero, è la promessa di una nuova Alfa Romeo “Quadrifoglio” a fine 2015. Sul fronte dei propulsori annunciata anche una gamma di cinque nuovi motori a benzina e a gasolio. Benzina 4 cilindri (con cilindrate diverse e potenza compresa nella fascia 100/200cv, 200/350cv) e 6 cilindri che potrebbe superare addirittura i 500 CV. Il diesel 4 cilindri dovrebbe superare di poco i 200 CV, mentre il 6 cilindri dovrebbe raggiungere i 350 CV.



Ferrari - Non è in vendita e resta fedele agli 8 e 12 cilindri

Su Ferrari nessuna grande novità: l’idea è che il più famoso marchio dell’auto italiana debba restare un marchio sportivo e di lusso da circa 7.000 vetture l’anno, rigorosamente con motori a 8 e 12 cilindri e un ciclo di vita di quattro anni per ogni modello. Ovviamente non mancherà nemmeno l’attenzione che da sempre è riservata alle versioni speciali destinate ad un ristretto pubblico di collezionisti e Ferraristi. In questo modo secondo i manager del gruppo FCA, entro il 2018 il margine Ferrari dovrebbe superare il 15%.

Così sarà limitata la produzione per conservare l’esclusività del prodotto.

 Per far questo i mercati più ricchi e appetibili per le supercar Ferrari restano quelli di Nord America, Asia-Pacifico ed Europa, tutti previsti in crescita per il 2015. Ma oggi secondo Marchionne i ricavi non si fanno vendendo solo auto: una parte di essi dovrebbe essere generati da programmi di personalizzazione e concessioni di licenze, mentre gli investimenti saranno ancora una volta focalizzati sulle attività di Formula 1.

FIAT - Tanti modelli nuovi e nel 2016 finalmente la nuova Punto

Meno ambizioso seppur solo in proporzione gli obiettivi del marchio Fiat che dovrebbe raggiungere entro il 2018 da una produzione globale di 1,5 milioni a 1,8 milioni di vetture attraverso la massimizzazione del venduto sui mercati asiatici e americani (in particolare America Latina e Nord America).

 A differenza del marchio Alfa Romeo, però Fiat tenterà di diversificarsi da un’idea classica di autovettura economica con idee innovative e di forte carattere mediterraneo.

Tra i modelli previsti, il primo in ordine temporale dovrebbe essere la Fiat 500X, SUV compatto “cugino” di Jeep Renegade, poi dovrebbe toccare ad una cosiddetta “specialty”, ovvero una vettura di nicchia come la Fiat Spider realizzata con Mazda e dopo ancora dovrebbe toccare alla nuova segmento B che finalmente manderebbe in pensione la Punto. Ma le novità non sono finite qui: all’orizzonta anche un crossover compatto, ideale successore della Sedici (che dovrebbe vedere la luce nel 2017) e la nuova Panda che si farebbe attendere fino al 2018.

Maserati - Alfieri e Levante entro il 2018

Il piano industriale 2014-2018 di Maserati, punta invece molto più alla sostanza che all’apparenza. Il gruppo FCA punta a coprire tutte le nicchie del mercato delle auto di lusso, quello che globalmente si prevede possa raggiungere il milione di unità vendute all’anno. Tre i punti cardine del programma: la SUV Levante, la spettacolare Alfieri in versione Coupé e Cabrio (anche 4x4) e la nuova GranTurismo, pronte a dare man forte a Maserati Ghibli e Quattroporte.

In comune a tutti i modelli futuri del Tridente sarà una famiglia condivisa di motori e trasmissioni potenziando sia i V6 benzina e diesel che il V8 benzina. Il comparto dei motori a benzina vedrà nel 2018 la presenza del V6 da 350 CV sotto il cofano di Ghibli, Quattroporte e Levante, con versioni premium da 450 CV per Ghibli e Quattroporte (che dovrebbero essere disponibili anche con trazione integrale) e da 425 CV per Levante. Analoghe innovazioni anche per gli altri modelli Maserati.

Jeep - Entro 2 anni una solo suv compatta sostitutiva delle attuali Compass e Patriot, poi nuova Wrangler e nel 2018 torna la Grand Wagoneer a 7 posti

Che Sergio Marchionne e la sua squadra di manager abbiano sempre dimostrato di credere nell’unione e nel connubio tra Fiat e Chrysler è un dato assodato che oggi viene confermato dal piano industriale che punta entro il 2018 a trasformare il gruppo FCA nel settimo costruttore mondiale di automobili e nuovo colosso industriale e cavallo fra America ed Europa. In questa situazione il piano centrale è quello di Jeep, che da quest’anno (quasi a sugellare il matrimonio) sbarca anche nelle linee produttive italiane di Melfi con la nuova Renegade.

L’obiettivo, probabilmente il più ambizioso ma forse contestualmente anche più razionale è di far raddoppiare la produzione globale di Jeep, facendola passare dai 798.000 veicoli del 2013 agli 1,9 milioni di vetture nel 2018. Ciò sarò possibile solo attraverso forti investimenti sia a livello struttura aziendale sia a livello di prodotto. A questo riguardo l’attuale gamma di cinque modelli prodotti solo negli USA dovrebbe ingrandirsi ad un’offerta di sei modelli costruiti in sei differenti Paesi, compresa una nuova sette posti con tre file di sedili.

Pubblicato il: Ultima modifica: 10/07/2015 12:39:54 logo caraffinity.it Magazine: carAffinity
Tocca le stelle e vota l'articolo:
Magazine: gli articoli più letti
  • AUTO DIESEL VS AUTO BENZINA

    AUTO DIESEL VS AUTO BENZINA

    I 7 punti chiave per capire quale delle due alimentazioni è perfetta per te

    Ex Blogger Car Affinity 21/10/2016 10:36:22

  • Volkswagen Caddy: ideale per il tempo libero

    Volkswagen Caddy: ideale per il tempo libero

    Cinque motorizzazioni con diversa potenza per Volkswagen Caddy

    Maria 28/10/2013 01:10:01

  • Audi A3 vs BMW Serie 1 vs Mercedes Classe A vs Volkswagen Golf

    Audi A3 vs BMW Serie 1 vs Mercedes Classe A vs Volkswagen Golf

    Il confronto tra quattro classiche vetture protagoniste sulle nostre strade

    Fabrizio 21/07/2015 09:56:55

Registrati anche tu
su carAffinity, la prima
community automotive
Mantieniti aggiornato sul Mondo Auto.
Trova e vendi in pochi click!
Cosa pensano di noi?
  • “Davvero gran bel sito, facile e veloce!” Luca da Padova
  • “Ho venduto la mia auto su carAffinity, servizio davvero soddisfacente.” Matteo da Roma
  • “Ho provato a mettere in vendita la mia auto e in pochi giorni sono stato subito contattato.” Giacomo da Bari

Scarica
la nuova App:

Le migliori offerte della Community in anteprima!