VOLKSWAGEN T-PRIME CONCEPT GTE

La T-Prime Concept GTE sarà l’anteprima della futura Touareg di terza generazione

Voto medio:
Voto 4,8/5 basato su 4 voti

Al Salone dell’Auto di Pechino la Volkswagen ha presentato, come già anticipato nelle scorse settimane, la concept car che anticiperà la Touareg di terza generazione: la T-Prime Concept GTE.

Lungo 5.069 mm, largo 2.000 mm e alto 1.078 mm, il SUV adotta un passo lungo e sarà costruito sulla piattaforma modulare MLB del Gruppo Volkswagen, come per le SUV Audi, che riprendono la stessa tipologia di passo (lungo) a differenza della futura Porsche Cayenne e Lamborghini Urus (il primo SUV in assoluto della casa di Sant’Agata Bolognese), che avranno un passo decisamente accorciato rispetto all’Audi Q7 e Bentley Bentayga. Tutte le vetture menzionate attualmente condivideranno la stessa piattaforma modulare: ciò significa che la meccanica sarà molto simile e quindi potrà essere derivata.

Sulla T-Prime compaiono dei fanali ancora più aggressivi che vanno ad incrementare un look modernizzato ulteriormente, estremizzato come per la nuova Phideon, anch’essa portata in esposizione a Pechino e destinato al mercato cinese. Come per la parte anteriore, quella posteriore prende come spunto l’attuale generazione (Touareg), estremizzando ancora di più la linea dei propri fanali, che appaiono con una forma determinante e pronunciata, con gli scarichi incorporati e cromati nella zona del paraurti.

Entrando all’interno del SUV abbiamo solo quattro posti a sedere, sebbene si preveda di arrivare fino a sette posti. Sulla plancia compare un grande schermo da 15 pollici in posizione centrale, integrato con quest’ultima e rivolto verso la posizione del lato guida e, stavolta, funge da cuore per tutte le funzioni inerenti alla vettura, eliminando una serie di comandi analogici che andavano a creare confusione al guidatore. Il volante appare snellito mentre nel tunnel centrale compaiono altri comandi, capaci di rendere meno complicata la vita al guidatore, specie su una vettura dalle consistenti dimensioni. Gli interni ricordano la Mercedes Classe E, con la strumentazione integrata con la plancia e per l'infotainment digitale e touch.

La vettura monta un motore ibrido, costituito da un’unità termica ed elettrica, esattamente come sulla Passat GTE e nello specifico stiamo parlando di un 2.0 benzina a quattro cilindri da 250 CV ed un motore elettrico brushless da 134 CV, situato nella parte anteriore. Il totale della potenza tra le due unità è di 384 CV. La trazione potrà essere 4WD grazie all’uso di una frizione multidisco in stile Haldex. Il cambio automatico è a otto rapporti.
L’energia viene recuperata grazie a delle batterie presenti nella parte sottostante al bagagliaio. Le modalità di guida saranno E-Mode, Hybrid e GTE: la prima è dedicata ad un uso prevalentemente in modalità elettrica, Hybrid in funzione mista, nell'ultima il motore elettrico sarà adoperato per le funzioni legate alla prestazione, quindi più potenza e, di conseguenza, maggior velocità.

Pubblicato il: Ultima modifica: 10/05/2016 09:56:41 logo caraffinity.it Magazine: carAffinity