Alfa Romeo Giulia: il rilancio del biscione

La nuova Alfa Romeo Giulia riparte dalla trazione posteriore

Voto medio:
Voto 4,8/5 basato su 17 voti

 

Mercoledì 24 Giugno 2015 è stato un giorno importante per Alfa Romeo: pochi giorni dopo la presentazione del nuovo modello Giulietta Collezione, alle ore 17:00 ad Arese (sede del marchio del biscione) è stata presentata ufficialmente la nuova Alfa Romeo Giulia. Perchè sono importanti questa data e questo modello? La risposta è molto semplice ma siginificativa: il 24 Giugno di 105 anni fa nasceva Alfa Romeo e oggi con questo nuovo modello la casa automobilistica vuole rilanciarsi e puntare a competere con le tedesche, facendo riferimento a quella che è stata la storia del marchio.

Tanti gli ospiti illustri presenti, tra tutti l'AD Alfa Romeo Herald Wester, i numeri uno FCA Sergio Marchionne e John Elkann, il ministro dei trasporti Graziano Delrio ed il presidente della FC Juventus Andrea Agnelli. Prima della presentazione vera e propria della nuova Alfa Romeo Giulia c'è stata una introduzione di tutti i personaggi legati al progetto, sottolineando quelli che sono gli obiettivi dal 2016 (anno d''ingresso nel mercato di Giulia) al 2018, ovvero una vendita di almeno 400.000 unità.

Passando alla parte che interessa molti appassionati si è arrivati al motore dell'auto: un turbo benzina a 6 cilindri da 510 CV con tecnologia ereditata dalla Ferrari. Ritorna poi la trazione posteriore, novità sulla quale Alfa Romeo ha puntato per il rilancio. Non si conoscono ancora i dettagli, le versioni ed i prezzi ma quello che è dato sapersi è che la nuova Alfa Romeo Giulia sarà prodotta negli stabilimenti di Cassino e l'immissione nel mercato è prevista per i primi mesi del 2016. Sicuramente ulteriori immagini, dettagli e naturalmente prezzi, saranno pubblicati da quì fino all'inizio del prossimo anno.

Pubblicato il: Ultima modifica: 25/06/2015 12:05:26 logo caraffinity.it Magazine: carAffinity