i INFORMATIVA

Questo sito utilizza cookie, anche di terze parti, per inviarti pubblicità e servizi in linea con le tue preferenze.
Se vuoi saperne di più o negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie clicca qui.
Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento acconsenti all’uso dei cookie.

X

Mitsubishi Lancer Evo: le 10 versioni

La storia del leggendario modello giapponese Mitsubishi Lancer Evo

Voto medio:
Voto 4/5 basato su 1 voti

Ci sono auto che fanno la storia dei motori conquistando titoli e cuori dei fortunati guidatori: è questo il caso di Mitsubishi Lancer Evo. Versione sportiva della più pacata Mitsubishi Lancer, originariamente doveva essere venduta solo per il mercato giapponese ma successivamente venne esportata nei mercati esteri fino ad approdare anche negli USA, ingaggiando un testa a testa con la rivale di sempre Subaru Impreza. Nella sua storia questa auto iconica può vantare ben dieci versioni ed un passato di corse, considerando che fino al modello V le Evolution sono state la base della vettura da rally con cui Mitsubishi correva nella World Rally Cup, facendo vincere alla casa giapponese 1 titolo Costruttori (nel 1998) e 4 titoli piloti consecutivi (dal 1996 al 1999) grazie al leggendario Tommi Makinen.

La Mitsubishi Lancer Evo I nacque nel 1992 per competere nel Mondiale di Rally. Dotata di un motore 4 cilindri in linea, con una cilindrata 2,0 litri, questo primo modello era in grado di esprimere 250 CV e 309 Nm di coppia motrice. Le versioni disponibili erano due: la GSR e la maratoneta RS. Ovviamente i soli 5.000 esemplari venduti non riuscirono a saziare il mercato ma stimolarono a proporre nel1993 la Mitsubishi Evolution II, la quale poteva vantare un minor peso e una maggiore stabilità rispetto al modello precedente, oltre ad un motore rigorosamente potenziato da 260 CV. Nel gennaio del 1995 venne presentata la Evolution III, modello con un facelift modificato per migliorare l’aerodinamica e favorire il raffreddamento del motore turbo. Con un'aria decisamente più aggressiva questa versione presentava ridisegnate minigonne laterali e posteriori, oltre ad un alettone decisamente più grande e una potenza che raggiungeva i 270 CV con una velocità massima di 240 km/h e solo 4,9 secondi nell'accelerazione da 0–100 km/h.

Le prestazioni raggiunte parvero soddisfare Mitsubishi che decise di mettere mano a questa vettura solo nel 1996, quando la piattaforma Lancer venne completamente rivista. Nella sua versione Evolution IV il motore e il cambio furono ruotati di 180° per meglio bilanciare i pesi ed eliminare il ritorno di coppia al volante. Sia la GSR che la RS possedevano un motore turbo che permetteva di aumentare la potenza fino a 280 CV a 6.500 giri/min, con una coppia di 352 N·m a 3.000 giri/min. Nel 1997 la FIA, cambiando i regolamenti di gara, costrinse Mitsubishi al ridisegno della Lancer, che si presentò così con la Evolution V nel 1998. Diverse le modifiche fra cui i cerchi delle ruote, che aumentarono di dimensioni (da 16 a 17") per poter contenere i nuovi e più potenti freni della Brembo. Non tardò però ad arrivare la Evo VI, la quale presentava cambiamenti prettamente tecnici e focalizzati sul raffreddamento e la durata del motore. Grande novità fu l’introduzione dei modelli RS2, delle edizioni limitate RS Sprint e della famosissima Lancer Evo VI Tommi Makinen Edition costruita in onore del pilota finlandese.

La Evolution VII fu la prima a vantare un differenziale centrale attivo elettronico selezionabile dal cruscotto nelle modalità asfalto, sterrato o neve. Su determinate prove su strada era in grado di tener testa a diverse supercar, soprattutto in condizioni stradali favorevoli come su strade di montagna. La Evo fu cambiata nuovamente nel 2003 portando all’introduzione sul mercato della Evolution VIII, la prima ad essere importata negli USA e ad avere un cambio manuale a 6 marce, sebbene la vera novità fu indubbiamente la nascita della versione MR nata in risposta alla Impreza Spec C. Fu proprio sulla base della MR che vennero realizzate veri e propri diavoli dell’asfalto come la serie FQ, riuscita addirittura a mettere in difficoltà una Lamborghini Murcielago in una puntata di Top Gear. Fu poi nel marzo 2005 che venne presentata in Giappone la nuovissima Mitsubishi Lancer Evo IX, un’auto dalla potenza ufficiale di 280 CV e dalla coppia di 392 Nm che fu costruita anche in versione station wagon.

Avvenne qualche mese dopo che al Tokyo Motor Show del 2005 Mitsubishi presentò la Concept X, auto che anticipava le linee della Evolution X, la quale iniziò le vendite nel 2007 con le 3 versioni GSR, RS e FQ-400 (restyling con un’accelerazione da 0 a 100 km/h in soli 3.8 secondi e un'elettronica in grado di gestire il controllo della trazione su qualsiasi fondo stradale). Insomma, che siate fan dei modelli Evo dalla loro prima comparsa sul mercato, patiti di rally e delle imprese che questa vettura ha compiuto o magari appassionati della saga Fast and Furious, certamente quest'auto non può che rimanervi impressa nella mente. Sportiva nell’estetica e aggressiva su strada i suoi dieci modelli hanno saputo cogliere in modo ottimale le esigenze di mercato, garantendo delle vetture capaci di tenere testa persino alle più poderose supercar.

Pubblicato il: Ultima modifica: 07/09/2015 16:44:43 logo caraffinity.it Magazine: carAffinity
Tocca le stelle e vota l'articolo:

Magazine: gli articoli più letti
  • Volkswagen Up!, Skoda Citigo e Seat Mii

    Volkswagen Up!, Skoda Citigo e Seat Mii

    Le differenze tra le cugine Volkswagen Up!, Skoda Citigo e Seat Mii

    Anna 04/10/2013 16:10:01

  • MOTOR SHOW 2017: TUTTE LE NOVITA' DELLA 42ESIMA EDIZIONE

    MOTOR SHOW 2017: TUTTE LE NOVITA' DELLA 42ESIMA EDIZIONE

    Auto, storia e motorsport

    Cristina 06/12/2017 14:48:21

  • Audi A3 vs BMW Serie 1 vs Mercedes Classe A vs Volkswagen Golf

    Audi A3 vs BMW Serie 1 vs Mercedes Classe A vs Volkswagen Golf

    Il confronto tra quattro classiche vetture protagoniste sulle nostre strade

    Fabrizio 21/07/2015 09:56:55

Valutazione online della tua auto
Gratuita e senza impegno.
Cosa pensano di noi?
  • “Davvero gran bel sito, facile e veloce!” Luca da Padova
  • “Ho venduto la mia auto su carAffinity, servizio davvero soddisfacente.” Matteo da Roma
  • “Ho provato a mettere in vendita la mia auto e in pochi giorni sono stato subito contattato.” Giacomo da Bari

Scarica
la nuova App:

Le migliori offerte della Community in anteprima!