i INFORMATIVA

Questo sito utilizza cookie, anche di terze parti, per inviarti pubblicità e servizi in linea con le tue preferenze.
Se vuoi saperne di più o negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie clicca qui.
Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento acconsenti all’uso dei cookie.

X

Land Rover Defender: TD4 e TD5 a confronto

L'intervista al tester Andrea Colombo sulle elaborazioni di Land Rover Defender

Voto medio:
Voto 3,8/5 basato su 5 voti
  • Land Rover Defender: TD4 e TD5 a confronto
  • Land Rover Defender: TD4 e TD5 a confronto
  • Land Rover Defender: TD4 e TD5 a confronto
  • Land Rover Defender: TD4 e TD5 a confronto
  • Land Rover Defender: TD4 e TD5 a confronto
  • Land Rover Defender: TD4 e TD5 a confronto
  • Land Rover Defender: TD4 e TD5 a confronto
  • Land Rover Defender: TD4 e TD5 a confronto


Ci sono sfide che nel fuoristrada sembrano non finire mai. Quello che state per leggere è un confronto tra numeri tutto in casa Land Rover. Si, perché parliamo di due elaborazioni su base Land Rover Defender (TD4 e TD5) realizzate con largo uso 
di componenti dell’azienda Herero 4x4. Di seguito l'intervista ad Andrea Colombo tester delle vetture per Elaborare 4x4:

"I veicoli in prova mi hanno regalato piacevoli sensazioni di guida ed interessanti spunti di riflessione sulla tendenza attuale delle preparazioni estreme. Liberata la mente dai pregiudizi, dopo un viaggio in auto fatto ripetendo a me stesso che Land in fondo è bello, che il gasolio costa meno della benzina, che in un momento di austerity un motore V8 è uno sfregio quotidiano all’economia, che in fondo alzando la radio i rumori di sottofondo non si sentono più, insomma dopo avere resettato tutti gli abituali pregiudizi, mi ritrovo a Cantu’ presso la sede dell’azienda Herero4x4, specializzata nelle preparazioni sui veicoli della casa di Solihull. Ad accogliermi è Davide ed è stato proprio lui a propormi questa interessante comparativa, l’eterna sfida tra TD4 e TD5, in questo caso resa più interessante della preparazione dei Defender.

Il TD4 è dotato di un assetto +5 modificato però nei componenti per ottenere la massima articolazione possibile, e il TD5 è accreditato di un performante +7. Questa comparativa è basata proprio sull’articolazione, sull’handling stradale e sulle sensazioni di guida. Si inizia da fermi: con il muletto misuriamo l’escursione al ponte anteriore e al posteriore dei due veicoli. Il TD4 fa segnare all’anteriore un notevole 76 cm da terra, con le ruote tutte ben piantate sul terreno. Il TD5 che non dovrebbe faticare a raggiungere un analogo risultato!
Il responso dei cm è infatti a suo favore, con ben 80 cm da terra e le ruote sempre in contatto. Precisiamo che entrambi i veicoli sono dotati di pneumatici ricoperti, da 82 cm sul TD4 e 84 cm sul TD5: il dato finale è quindi molto più vicino.

Mi complimento con Davide per l’assetto, che è riuscito ad ovviare alla ben nota mancanza di escursione all’anteriore dei Land. Procediamo poi con il test del posteriore: il TD4 alza la ruota opposta dopo 83 cm e anche in questo caso il TD5 guadagna qualche centimetro, con
85 cm di luce a terra e le ruote ancora in presa. Dopo questa prova statica ci rechiamo in una zona boschiva, dove poter verificare il freddo dato numerico sul campo.
 Con l’occasione proviamo i veicoli anche su strada, visto che non sono destinati all’uso agonistico, ma vengono utilizzati ogni giorno per i trasferimenti quotidiani e per raggiungere su asfalto i luoghi dove dare libero sfogo ai cavalli. Proprio l’handling dell’assetto è motivo di vanto per Herero4x4, che riesce a rendere addirittura migliore dell’originale il mezzo preparato. Chiedo a Davide di fare lo stesso percorso all’andata e al ritorno, per poter provare i due Defender in pari condizioni.


Nel viaggio di andata mi dedico al TD5: il sound percepito in cabina è appagante, lo scarico e la turbina invitano a spremere il motore e la rimappatura regala un'ulteriore brio ad un motore già di per sé irruento. Anche se non mi lancio in sorpassi, si intuisce comunque che nel traffico delle statali questo Land non si trova assolutamente a disagio, anzi, il suo paraurti minaccioso si affaccia spesso negli specchietti delle auto che lo precedono. Affronto una serie di rotonde in sequenza, cercando via via il limite, che arriva, ma è quello dei pneumatici che non sono fatti certo per correre.
Esame superato, confermo
le buone prestazioni
stradali del TD5.
Le impressioni sono analoghe per il TD4, anche se devo ammettere che la sua erogazione è leggermente più pastosa, meno irruenta, prerogativa che trovo ulteriormente enfatizzata nel breve percorso in fuoristrada che affrontiamo.

Anche in questo caso le modifiche allo scarico e la rimappatura della centralina regalano qualche cavallo, che dà al motore un maggiore brio; rimane comunque la percezione di un’unità meno aggressiva, più adatta forse alla guida ragionata in fuoristrada. Identica sensazione per la parte telaistica e di assetto. Le scelte operate dai proprietari portano a risultati analoghi, pur partendo da punti diversi. Sul TD4 si è optato per un’altezza minore, ma per la massima escursione possibile, un sicuro vantaggio nei passaggi in laterale, dove qualunque 4x4 soffre le leggi della fisica. È già tempo di lasciare i Defender ai loro rispettivi proprietari, per scattare le foto di rito e per ammirare le loro movenze da fuori, con alla guida chi conosce bene macchina e preparazione.

Le mie impressioni sono confermate: entrambi i Land si destreggiano molto bene e riescono a percorrere con la giusta sicurezza anche tratti in fuoristrada veloce o trasferimenti stradali. Arriva il momento di partire, salgo in macchina e mi chiedo chi ne esce vincitore, ammesso che ci possa essere un vincitore... Non riesco infatti a decidere, i due Defender sono semplicemente due interpretazioni diverse, ognuno con le sue peculiarità.
 Mi faccio allora una domanda diretta: quale sceglierei? Non riesco a rispondere nemmeno in questo caso, perché vorrei che la telaistica del TD5, più leggero ed equilibrato, fosse applicata al TD4, che di contro è più pesante e alto di baricentro. Forse è meglio aspettare il prossimo Defender.
Nel frattempo pensateci voi..."

Riepilogo elaborazione e costi Land Rover Defender TD4 = 21.919 €
(Esterni € 6.958, Interni e Accessori € 1.156, Motore € 2.309, Trasmissione € 4.168, Telaio e Sospensioni € 7.328)

Costo totale Land Rover Defender TD5 = 24.257 €
(Esterni € 8.528, Interni e Accessori € 1.156, Motore € 2.349, Trasmissione € 3.820, Telaio e Sospensioni € 8.404)

Pubblicato il: Ultima modifica: 17/07/2015 16:48:11 logo caraffinity.it Magazine: carAffinity
Tocca le stelle e vota l'articolo:
Magazine: gli articoli più letti
  • Audi A3 vs BMW Serie 1 vs Mercedes Classe A vs Volkswagen Golf

    Audi A3 vs BMW Serie 1 vs Mercedes Classe A vs Volkswagen Golf

    Il confronto tra quattro classiche vetture protagoniste sulle nostre strade

    Fabrizio 21/07/2015 09:56:55

  • MERCEDES, IL V8 CON PRESTAZIONI DA SUPERCAR 4 RUOTE MOTRICI

    MERCEDES, IL V8 CON PRESTAZIONI DA SUPERCAR 4 RUOTE MOTRICI

    AMG E 63 4MATIC

    Raffaello Bicchi 22/12/2016 15:06:54

  • MACAN É UNA PORSCHE VERA

    MACAN É UNA PORSCHE VERA

    Un bellissimo 4 cilindri completamente inedito nella veste turbo benzina cc 2000 da 252 Cv

    Raffaello Bicchi 14/03/2016 18:25:54

Scarica
la nuova App:

Le migliori offerte della Community in anteprima!

Registrati anche tu
su carAffinity, la prima
community automotive
Mantieniti aggiornato sul Mondo Auto.
Trova e vendi in pochi click!
Cosa pensano di noi?
  • “Davvero gran bel sito, facile e veloce!” Luca da Padova
  • “Ho venduto la mia auto su carAffinity, servizio davvero soddisfacente.” Matteo da Roma
  • “Ho provato a mettere in vendita la mia auto e in pochi giorni sono stato subito contattato.” Giacomo da Bari